Novembre 2017

Sole

• 01 novembre: sorge alle 06:47 e tramonta alle 17:05
• 15 novembre: sorge alle 07:05 e tramonta alle 16:49
• 31 novembre: sorge alle 07:23 e tramonta alle 16:39

Nel corso del mese la durata del giorno diminuisce di circa 1 ora e 2 minuti.

Fasi Lunari

• 04 novembre: Luna Piena
• 10 novembre: Luna all’Ultimo Quarto
• 18 novembre: Luna Nuova
• 26 novembre: Luna al Primo Quarto

Il giorno 6 novembre alle ore 00:09 la Luna raggiungerà il perigeo (361.438 km), mentre il giorno 21 novembre alle ore 19:53 la Luna raggiungerà l’apogeo (406.132 km).

OSSERVABILITA’ DEI PIANETI

Mercurio è visibile per tutto il mese al tramonto, ma è solo nell’ultima decade che risulta osservabile con maggior facilità, calando dopo il termine del crepuscolo nautico: il 24 raggiunge la massima elongazione orientale di 22°. Inizialmente nella Bilancia, tra il 5 e il 27 attraversa le costellazioni dello Scorpione e dell’Ofiuco, avvicinandosi a Saturno, che raggiunge il giorno 28, transitando 3°.1 a sud del pianeta inanellato poco dopo aver varcato i confini del Sagittario.

La visibilità di Venere è in costante diminuzione; è possibile ammirarlo per l’intero mese all’alba grazie all’elevata luminosità, ma il pianeta ritarda sempre più la sua levata e a fine mese sorge solo 50 min prima del Sole. All’inizio si trova alcuni gradi a nord di Spica (Alfa Virginis), ma il suo veloce movimento lo porta ad avvicinare Giove che raggiunge il giorno 13, transitanto 17′ più a nord, poco prima di entrare nella Bilancia.

La visibilità mattutina di Marte è in costante aumento: la levata del pianeta anticipa sempre più le luci dell’alba e a fine mese sorge 2 ore prima del crepuscolo astronomico. Il suo moto diretto tra le stelle della Vergine lo porta ad avvicinarsi a Porrima, con cui è in congiunzione, 1°.8 a sud di Gamma Virginis, il giorno 9 e a Spica, poco più di 3° a nord della quale si trova a transitare negli ultimi giorni di novembre. Il 20 sul Pianeta Rosso è il solstizio estivo.

Giove riappare tra le luci dell’alba nei primi giorni del mese preceduto di circa 40 minuti da Venere; la distanza tra loro diminuisce rapidamente e il 13 i due pianeti sono separati da appena 17′, quindi torna velocemente ad aumentare. Il 15 si sposta nella Bilancia, mentre la sua visibilità è in costante aumento e a partire dal giorno 20 sorge prima dell’inizio dell’alba.

Saturno è visibile subito dopo il tramonto e a fine mese, quando viene affiancato da Mercurio, cala prima della scomparsa delle ultime luci del crepuscolo. Il giorno 19 si sposta dall’Ofiuco nel Sagittario, dove il 27 è in strettissima congiunzione con SAO 185765, 1′ a nord della stella di mag. +6.2.

Urano è visibile per gran parte della notte nei Pesci, ma si hanno migliori condizioni nelle ore serali, quando transita al meridiano. Si trova con relativa facilità 2°.5 a ovest di Omicron Piscium, di magnitudine +4.3.

Nettuno è visibile nella prima parte della notte nell’Acquario, poco più di mezzo grado a sud della stella Lambda, di mag. +3.7. Il giorno 22 è stazionario, quindi torna ad assumere moto diretto; a fine mese tramonta una decina di minuti prima della mezzanotte locale.

 

CARTE DEL CIELO

Visualizza o scarica le mappe del cielo realizzate con Cartes du Ciel in formato PDF:

– osservatorio: Montepulciano
– data: 15 novembre 2017
– orario: 21:00
– coordinate: altazimutali